Ospitalità 

Per ospitalità si intende la coabitazione di una o più persone con la famiglia dell’intestatario, anche in via temporanea, giustificata da vincoli di parentela o da motivi sociali, affettivi, assistenziali, di studio e di lavoro.

La concessione di ospitalità a persone non comprese nel nucleo familiare dell'assegnatario di alloggio di edilizia sovvenzionata è disciplinata da apposito regolamento.

La permanenza nell’alloggio per un periodo di durata inferiore ai 45 (quarantacinque) giorni è considerata ospitalità occasionale e non richiede comunicazione all’Ater.

Per periodi superiori ai 45 giorni l’assegnatario non può ospitare persone nell’alloggio senza essere stato preventivamente autorizzato dall’Ater.

La richiesta di ospitare persone nell’alloggio assegnato va presentata dall’intestatario utilizzando apposito modello ed allegando la documentazione richiesta.

La violazione di questo obbligo comporta l’applicazione delle sanzioni previste dal contratto e dalla normativa vigente in materia di assegnazione e revoca dell’assegnazione stessa. L’autorizzazione è concessa dall’Ater anche tenendo conto delle caratteristiche e dell’adeguatezza dell’alloggio rispetto al nuovo nucleo familiare.

L’ospitalità può avere carattere occasionale, definitivo o temporaneo.

Per maggiori informazioni: Ufficio Inquilinato (Tel: 0433 467863- 0433 40865)

 

Regolamento di ospitalità

Modello domanda richiesta ospitalità temporanea

Modello domanda richiesta ospitalità definitiva

(Per informazioni telefonare all'Ufficio Inquilinato 0433 467863 - 0433 40865)